L'Asinocotto sul Gambero Rosso 2010 »

Visita il ristorante Asinocotto dove faccio lo Chef »

L'Asinocotto su Bibenda 2009 »

L'Asinocotto sul Gambero Rosso 2009 »

Confetture&Conserve, intervista, "il Giornale" 22/09/2008 »

Il suo viaggio nell'arte culinaria inizia presso l'istituto alberghiero di Varese: la bussola consiste in una precoce passione per la pasta a mano e nella tendenza ad inventare dolci onirici. Molto presto incomincia a produrre presso cucine rigorose e/o fantasiose: a Milano sfiora allegramente la macrobiotica del ristorante"la Non Libreria" mentre in segreto legge I Miserabili e Delitto e Castigo,, che nel suo cuore legano benissimo, quanto gli ingredienti del Riso all'Imperatrice (v. menu). Si ignora se siano queste letture a portarlo verso la classicità della cucina di "Soti's", sempre a Milano, o se sia colpa delle Memorie di Adriano che si trasferisce alla "Terrazza dell'Eden" a Roma. Certo è che nel frattempo cresce in lui la passione per gli abbinamenti (erbe aromatiche e verdure, carni e frutta, vini e pesci), per l'irrequietezza degli aceti e per il lusso degli olii di alta qualità. Così che il nostro viaggiatore, dopo aver assaggiato i migliori ristoranti europei ( con una puntata nel Vermont: la campagna del New England nella sua purezza) getta l'ancora nella storia di Asinocotto, rinfrescato da una nuova sensibilità per i profumi, i colori, le ispirazioni dei mercati del centro di Roma. E qui Giuliano Brenna è pronto ad accudire la psicologia del gusto di tutti noi.

Lidia Campagnano